istituto-meme-modena-scuola-corso-formazione-psicologia-criminologia-operatore-socio-sanitario-musico-terapia-sst-mediazione-familiare

MODALITA’ DI STUDIO
Obbligo di frequenza 80{00143f42246d29168c7b33319330ebecdbab0ab5d61a829342b863d90bfed50f} del monte ore annuale nella modalità blended (30{00143f42246d29168c7b33319330ebecdbab0ab5d61a829342b863d90bfed50f} in modlità FAD). L’impegno previsto è di un weekend al mese di approfondimento delle diverse aree tematiche e lo sviluppo del Project Work che potrà essere effettuato nell’ambito della propria sede lavorativa e/o in base alle specifiche opportunità ed interesse dei partecipanti in contesti pubblici o privati.
La realizzazione di progetti di lavoro con tutor e supervisione sono pensati per connettere la teoria e la prassi attraverso i processi dell’osservazione partecipante e analisi di contesto dei diversi ambiti di intervento in cui viene richiesto l’accompagnamento e il sostegno della famiglia nelle fasi di separazione, divorzio e affidamento congiunto.
È auspicabile che, per ogni allievo, all’interno del percorso formativo previsto si concretizzino particolari e significative esperienze di formazione professionale al fine di raggiungere competenze specialistiche per il successivo iter lavorativo.

OBIETTIVI
I principali obiettivi sono:
• Individuare i fondamenti della prassi comunicativa e i criteri fondamentali per renderla consapevole e finalizzata.
• Pianificare una prestazione professionale integrata tra competenze tecnico-scientifiche e competenze relazionali.
• Evidenziare le opportunità che le competenze di Mediazione Familiare offrono per lo sviluppo di un approccio multidisciplinare e di una collaborazione integrata ed efficace tra operatori.

COMPETENZE DA ACQUISIRE
Per mediazione s’intende l’attività finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa. Non è terapia o counselling e non sostituisce il ruolo dell’avvocato o del giudice.
Il Mediatore Familiare è una figura altamente specializzata, imparziale e “neutrale”, in grado di gestire efficacemente contenziosi, attraverso le più moderne tecniche di negoziazione in un contesto strutturato, in autonomia dall’ambito giudiziario e nella garanzia del segreto professionale. Ha come finalità quella di ripristinare i canali di comunicazione interrotti nella coppia. I divorzi e le separazioni sono eventi traumatici carichi di sensi di colpa, sofferenze, smarrimento e rabbia specialmente quando vengono coinvolti i figli. I comportamenti conflittuali richiedono la capacità di sapere elaborare strategie tese a contenere e/o risolvere le controversie, a mantenere un clima relazionale che non pregiudichi, in particolare nella famiglia, la continuità della relazione genitore-figli.
Il Mediatore Familiare deve possedere il seguente insieme di attitudini, competenze e conoscenze:
• Capacità di prendere le distanze dalle situazioni in cui interviene, capacità che presuppone un lavoro personale teso alla conoscenza di sé e alla consapevolezza delle proprie proiezioni personali e limiti.
• Conoscenze sufficienti per comprendere le dinamiche della separazione e del divorzio.
• Competenze specifiche date dalla capacità di creare un clima relazionale favorevole all’instaurazione e al mantenimento del dialogo tra le parti.
Il Mediatore Familiare non deve avere una formazione completa in diritto ma deve possedere nozioni afferenti a diverse discipline che gli consentano di comprendere le situazioni e le aspettative delle parti, di riconoscere i propri limiti su alcune questioni che necessitano dell’intervento di altri professionisti e specialisti.

PROFESSIONE
Gli sbocchi professionali sono reali perché il titolo conseguito qualifica, i partecipanti al corso, come operatori professionisti della Mediazione Familiare in campo privato e/o pubblico, come consulenti presso i tribunali, in contesti lavorativi di servizio alla persona e nei servizi sociali. Sarà un professionista in grado di gestire i conflitti familiari, con particolare attenzione alla tutela dei diritti e della personalità dei minori.

INFORMAZIONI SUL LIVELLO DELLA FORMAZIONE
Livello di formazione richiesto: Formazione di 1° ciclo (3 anni post-diploma) DIPLOMA
Durata del corso: 3 anni / 900 ore [100 annuali (Lezioni d’aula) +100 annuali (FAD tramite piattaforma E-learning)]
Di cui di stage/tirocinio: 100 annuali
Requisito di accesso: DIPLOMA DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE
E’ prevista una prova di ammissione: colloquio orientativo – motivazionale

PIANO DI STUDI
La cornice epistemologica di riferimento della struttura e l’organizzazione formativa sono di orientamento sistemico–relazionale e psico-bio-culturale con programmata integrazione e complementarietà con altri approcci epistemici dei diversi paradigmi afferenti alle teorie e alle prassi della Mediazione e Professioni alle Relazioni di Aiuto (Scienze Criminologiche, Counselling, Arti Terapie, Musicoterapia, ecc).
Nei tre anni del corso si affronteranno gli elementi teorici e tecnici per la formazione del Mediatore Familiare con lezioni d’aula con supporto FAD tramite la piattaforma E-learning.
L’organizzazione del corso vuole stimolare e sostenere un percorso formativo basato principalmente sui processi sincronici e diacronici dell’apprendimento puntando sulle connessioni e sulle differenze degli approcci alle diverse epistemologie, metodologie e tecniche per i diversi contesti di intervento operativo. Oltre all’esposizione teorica dei contenuti, il corso prevede l’utilizzo di metodologie e tecniche didattiche attive con il coinvolgimento diretto dei partecipanti: giochi di ruolo e simulazioni partecipate dai discenti basate su casi di controversie e conflitti reali.

Il corsista disporrà di nozioni relative ai seguenti settori:
• Nozioni di psicologia e di sociologia sul funzionamento della coppia e della famiglia, sullo sviluppo infantile, sulle conseguenze del divorzio e della separazione e sulle ricomposizioni familiari.
• Nozioni giuridiche sul divorzio, la separazione e l’insieme dei dispositivi legali che regolano i rapporti familiari.
• Nozioni sulle procedure e il funzionamento delle istituzioni giudiziarie.
• Conoscenze sul contesto sociale ed i servizi amministrativi che possono intervenire in situazioni di rottura e conflitto coniugale.
In connessione con l’attività didattica e al fine di elevare la preparazione culturale e scientifica degli specializzandi, la scuola promuove ricerche scientifiche nel campo delle professioni per le relazioni di aiuto, organizza convegni di studio, seminari, conferenze e cura pubblicazioni.

Nel triennio verranno sviluppati i seguenti moduli formativi:
• Teorie della comunicazione.
• La conversazione nella relazione d’aiuto.
• Le forme dell’espressività nelle relazioni d’aiuto.
• Mediazione e Counselling.
• Mediazione familiare, sociale, penale e interculturale.
• La famiglia: ciclo vitale e dinamiche familiari.
• Le regole del setting.
• Analisi di casi pratici.
• Leggi e normative della Mediazione Familiare.
• Psichiatria.
• Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza.
• Psicopatologia.

Modalità di valutazione
Test scritto con domande aperte e presentazione tesi di Project Work annuale.

Novembre, 2018

Filtra Eventi

Nessun Evento

ISTRUZIONI PER L’ISCRIZIONE
Per procedere con l’iscrizione è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Inviare copia compilata e firmata del modulo di pre-iscrizione (scarica il modulo).
  • Inviare copia compilata e firmata del modulo d’iscrizione (scarica il modulo).
  • Inviare copia compilata e firmata della domanda di associazione alla Jean Monnet.
  • Versare l’anticipo come illustrato sulla scheda di iscrizione
  • Inviare il documento debitamente firmato e compilato in ogni sua parte alla Segreteria Didattica di Mediazione Familiare via Fax al num. 059 3365319 e tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

All’atto dell’iscrizione
Versamento della quota di iscrizione per il triennio: 300 €
Quota associativa J. Monnet annuale: 190 €

1 settembre  Prima Rata (frequenza anno di corso): 500 €
1 dicembre  Seconda Rata (frequenza anno di corso): 500 €
1 marzo  Terza Rata (frequenza anno di corso): 500 €
1 giugno Quarta Rata (frequenza anno di corso): 500 €

Contributo esame finale diploma a Bruxelles (solo per 3 anno): 300 €
(290,00 €+ 10,00 € di spese di segreteria).

(Esente IVA art. 10 comma 1, n° 20 DPR 633/72)

Allegare:
– 2 copie del titolo di studio
– 2 copie curriculum vitae studiorum.

Alla conferma di ammissione sulla valutazione del curriculum vitae studiorum sarà necessario inviare:
– N.4 foto
– fotocopia del versamento di iscrizione: Istituto MEME s.r.l.

I versamenti per l’iscrizione dovranno avvenire sul
C.C. Intestato a Istituto MEME s.r.l.
IBAN: IT 83 Q 02008 12930 000040370846
UniCredit Banca Ag. Modena Piazza Grande
Causale: Nome Cognome – Scuola di Specializzazione in Mediazione Familiare.

INFORMAZIONI

  347 3785609

 Scarica la BROCHURE con tutte le informazioni sulla Scuola di Specializzazione

CONTATTI

Istituto MEME s.r.l.
associato a Université Européenne Jean Monnet A.I.S.B.L.
Scuola di Specializzazione in Mediazione Familiare
via Elia Rainusso, n° 144, 41100 – Modena.